logo
Stai leggendo: Quali sono i libri che hanno vinto il premio per la peggiore scena di sesso

Quali sono i libri che hanno vinto il premio per la peggiore scena di sesso

Ogni anno la rivista inglese Literary Review incorona la peggior scena di sesso contenute in un libro: ma non si tratta di romanzi pornografici...

Ogni anno, dal 1993, il premio Bad Sex in Fiction Award indica il libro con la peggiore scena di sesso degli ultimi dodici mesi. Lo scopo non è denigrare i romanzi, che diversamente sarebbero assolutamente dignitosi, ma puntare il dito contro un passaggio descrittivo di cui forse non si sentiva esattamente il bisogno. Ideato dalla critica letteraria Rhoda Koenig e dall’editor Auberon Waugh, è diventato ormai uno dei cavalli di battaglia della rivista Literary Review.

Nel 2016 la scelta è caduta su un autore italiano, Erri De Luca, per un estratto del suo Il giorno prima della felicità, pubblicato nel 2009. Intervistato da il Libraio, lo scrittore ha detto di sentirsi “lusingato. Si tratta di un’insperata pubblicità. Una trovata strepitosa” anche se a lui quella scena piaceva. Ecco il passaggio incriminato:

Il sesso era un legno incollato al suo ventre. Allentò la spinta del bacio, si staccò, con uno scarto di fianco mi rigirò e fui sopra di lei. Sciolse le braccia dalle mie spalle, mi guidò le mani sopra i seni. Allargò le gambe, tirò su il vestito e tenendomi i fianchi sollevati spinse il mio sesso contro l’apertura del suo. Ero una cosa sua che lei muoveva. I sessi pronti, fermi nell’attesa, si appoggiavano appena, ballerini tesi sulle punte. Restammo così, Anna guardava giù verso di loro. Premette sui miei fianchi, un ordine che mi spingeva dentro. Entrai. Non solo il sesso, io entrai dentro di lei, nelle sue viscere, nel suo buio a occhi spalancati senza vedere niente. Tutto il corpo era sceso nel sesso. Entrai con la sua spinta e restai fermo. Mentre mi abituavo alla quiete, al battito del sangue tra le orecchie e il naso, mi spinse un poco fuori e poi di nuovo dentro. Lo fece e lo rifece, mi teneva con forza e mi spostava a ritmo di risacca. Agitò i seni sotto le mie mani, aumentò le spinte. Entravo fino all’inguine e uscivo quasi tutto, il mio corpo era un suo ingranaggio. Non respirava, i suoi occhi aperti vedevano lontano.

Ecco alcuni dei vincitori del premio per la peggiore scena di sesso degli ultimi anni…

1. 2017: Christopher Bollen, "The Destroyers"

Non ancora uscito in Italia, The Destroyers è un thriller sofisticato ambientato sull’isola greca di Patmos. Ian, devastato per la morte del padre e senza soldi, raggiunge l’amico Charlie, ricco e di successo. Quando quest’ultimo scompare, Ian si trova invischiato in un’oscura rete di segreti.

2. 2016: Erri De Luca, "Il giorno prima della felicità"

Il giorno prima della felicità racconta la storia di Don Gaetano, uomo tuttofare in un grande caseggiato della Napoli popolosa e selvaggia degli Anni Cinquanta, e dello Smilzo, un giovane orfano che lo segue per imparare il lavoro. I due si trovano a dividersi i desideri sessuali di una vedova.

3. 2015: Morrissey, "List of the lost"

Non ancora pubblicato in italiano, List of the lost è il primo romanzo di Morrissey, in cui il cantautore britannico ha narrato una storia pulp e oscura, che parte proprio dall’elenco di alcuni personaggi che scompaiono uno dopo l’altro.

4. 2014: Ben Okri, "The age of magic"

Non ancora tradotto in Italia, in The age of magic di Ben Okri un gruppo di viaggiatori scopre il senso della vita in un misterioso paesino sulle montagne svizzere.

5. 2012: Nancy Huston, "Infrared"

Non ancora tradotto in italiano, Infrared di Nancy Huston racconta la storia di una fotografa: immortalando i corpi di alcuni uomini, spera di scorgere anche la loro anima.

6. 2009: Jonathan Littell, "Le benevole"

In Le BenevoleJonathan Littell racconta la storia di Maximilian Aue, direttore di una fabbrica di merletti nel Nord della Francia, con un passato da ufficiale delle SS.

7. 2007: Norman Mailer, "Il castello nella foresta"

Il castello nella foresta, ultimo romanzo scritto da Norman Mailer prima della sua morte, inizia in una calda notte di luglio del 1888: un uomo e una donna concepiscono un figlio in una locanda di Braunau, mentre una presenza oscura li osserva. Nove mesi e dieci giorni dopo quella notte, nascerà Adolf Hitler.

8. 2004: Tom Wolfe, "Io sono Charlotte Simmons"

Io sono Charlotte Simmons, di Tom Wolfe, racconta la storia di una ragazza della provincia americana, che dopo aver vinto una borsa di studio si ritrova catapultata nella prestigiosa e spietata Dupont University, regno della competizione studentesca.

9. 1995: Philip Kerr, "Gabbia d'acciaio"

In Gabbia d’acciao, Philip Kerr parte dall’inaugurazione a Los Angeles del Gridiron, uno stupefacente grattacielo controllato dal megacomputer Abraham. Dietro una facciata di perfezione estetica e tecnologica, si nascondono però misteri e trame, che portano l’edificio a trasformarsi in una vera trappola.