logo
Galleria: Marguerite Duras: storia – vietata a bigotti perbenisti – di una donna scandalosa

Marguerite Duras: storia – vietata a bigotti perbenisti – di una donna scandalosa

Marguerite Duras: storia - vietata a bigotti perbenisti - di una donna scandalosa
Foto 1 di 14
x

Si chiamava Marguerite Germaine Marie Donnadieu, ma per tutti è stata semplicemente Marguerite Duras. Per la particolarità e la modernità delle sue opere, che portarono grande rinnovamento alla scena letteraria europea e mondiale, è considerata una della figure più importanti del Novecento. La sua vita, però, merita di essere raccontata non solo per la sua attività letteraria, oltre che teatrale e cinematografica, come ricordato anche in un articolo del New York Times Magazine.

Marguerite Duras visse infatti un’esistenza a modo suo, senza preoccuparsi delle convenzioni sociali e della morale. Dall’amante cinese, con cui ebbe una storia (raccontata nel suo libro più famoso, L’amante), passando per il triangolo con il marito e l’amante negli anni della Seconda Guerra Mondiale e infine il tenero legame intrecciato con un giovanissimo omosessuale: la Duras non si pose mai dei limiti.

Anaïs Nin, la donna scandalosa che raccontò i desideri sessuali delle donne

Anaïs Nin, la donna scandalosa che raccontò i desideri sessuali delle donne

Una donna speciale e unica, in ogni fase della sua vita, come lei stessa ricorda in un passaggio nel suo libro L’Amante:

“Un giorno, ero già avanti negli anni, in una hall mi è venuto incontro un uomo. Si è presentato e mi ha detto: ‘La conosco da sempre. Tutti dicono che da giovane lei era bella, io sono venuto a dirle che la trovo più bella ora, preferisco il suo volto devastato a quello che aveva da giovane’.”