Premio Strega 2019: la storia di Maria Bellonci - Roba da Donne

Premio Strega 2019: Maria Bellonci, la donna dietro il premio più importante

C'è una donna "dietro" il Premio Strega 2019. O forse sarebbe meglio dire nel passato: ecco chi era Maria Bellonci.

Il Premio Strega 2019 è forse il riconoscimento letterario più prestigioso del Belpaese, assegnato ogni anno a un libro uscito in Italia, tra il 1° aprile dell’anno precedente e il 31 marzo dell’anno in corso. Il Premio è nato nel 1947 da un’idea della scrittrice Maria Bellonci e dall’imprenditore Guido Alberti – quello della Strega Alberti, il liquore dolce beneventano che viene utilizzato in moltissimi dolci tradizionali delle regioni del sud Italia. Dal 1986, anno della morte della scrittrice, viene gestito dalla Fondazione Bellonci. Ma chi era Maria Bellonci e perché è importante la sua storia?

Maria Bellonci e la Fondazione Bellonci

Il suo nome per esteso era Maria Villavecchia Bellonci – l’ultimo è il cognome da sposata. Nata a Roma il 30 novembre del 1902, fece l’esordio da scrittrice nel 1939, con la psicobiografia Lucrezia Borgia, pubblicato in italiano da Arnoldo Mondadori Editori e in inglese da Phoenix.

Nei suoi libri a carattere storico si nota soprattutto la minuziosa e ricca ricerca, che Maria portava avanti attraverso la consultazione di documenti originali esistenti, da cui poi riusciva con estrema abilità a ricostruire ritratti vividi e credibili dei personaggi ideati. Grazie alla sua opera preziosa il pubblico italiano tornò ad appassionarsi a una parte spesso dimenticata della propria storia, conoscendo stirpi importanti come i Borgia, gli Este, i Gonzaga, ma anche personaggi come Marco Polo, oggetti di uno sceneggiato televisivio Rai da lei stessa curato.

Il suo romanzo più importante resta però senza dubbio Rinascimento privato, l’ultimo romanzo scritto, che vinse proprio il Premio Strega da lei ideato nel 1986, anno della sua morte. In questo libro Maria ripercorre in maniera splendida, come un affresco, la vita di i Isabella d’Este, divenuta marchesa di Mantova dopo il matrimonio con Francesco Gonzaga; la storia però non è una biografia, ma un vero e propro romanzo, in cui si muovono personaggi inventati come Robert de la Pole, corrispondente del re d’inghilterra innamorato in maniera platonica di Isabella, e in cui lei, ormai alla soglia dei sessant’anni, rievoca la propria vita a partire da quando, appena sedicenne, giunse come sposa a Mantova in un periodo tra i più tumultuosi della nostra storia, a cavallo tra Quattro e Cinquecento.

Fu proprio nel salotto letterario di Maria Bellonci, gli “Amici della domenica”, che nel 1947 nacque il Premio Strega, della cui genesi la Bellonci in Come un racconto gli anni del premio Strega.

Chi sono gli Amici della Domenica

Gli Amici della Domenica sono gli intellettuali che si riunivano – naturalmente di domenica – nel salotto letterario di Bellonci. I membri della giuria vengono chiamati ancora così. Oggi, tra essi, ci sono scrittori, critici ma anche ex vincitori del premio, come Loredana Lipperini, Domenico Starnone, Luciana Castellina, Benedetta Tobagi, Concita De Gregorio, Diego De Silva, Maurizio Cucchi, Furio Colombo, Masolino D’Amico, Dacia Maraini, Sandro Veronesi e Antonio Pennacchi, giusto per citare alcuni tra i più celebri.

La ragazza con la Leica

Solo poche donne premiate al Premio Strega

Il Premio Strega ha premiato solo poche donne nel suo iter – ma non è corretto dire che non sia amico delle donne. Tra le premiate, nel tempo ci sono Elsa Morante, Natalia Ginzburg, Anna Maria Ortese, Lalla Romano, Fausta Cialente, Maria Bellonci, Mariateresa Di Lascia, Dacia Maraini, Margaret Mazzantini, Melania Gaia Mazzucco, Helena Janczek.

Negli ultimi anni le donne sul podio stanno aumentando e questo spiega il fenomeno: le donne di lettere in passato sono sempre state numericamente inferiori agli uomini, inoltre l’Italia è stata sempre piuttosto tradizionalista nel campo della letteratura, basti pensare al “ritardo” del romanzo storico o al fatto che l'”equivalente” di scrittrici come Jane Austen, le sorelle Bronte o Emily Dickinson l’avremmo registrato solo nel Novecento. Tra le vincitrici dello Strega c’è la stessa Bellonci, che trionfò nell’anno della sua morte con Rinascimento Privato, un romanzo biografico su Isabella d’Este scritto però in prima persona – come se a parlare fosse la stessa nobildonna.

Gi scrittori famosi che hanno vinto il Premio Strega

Iniziamo con il dire che tutti gli scrittori vincitori dello Strega sono famosi – alcuni lo erano prima del riconoscimento, altri lo sono divenuti dopo. Tra i più celebri troviamo Ennio Flaiano, Vincenzo Cardarelli, Cesare Pavese, Alberto Moravia, Giorgio Bassani, Dino Buzzati, Giuseppe Tomasi di Lampedusa, Carlo Cassola, Alberto Bevilacqua, Primo Levi, Umberto Eco, Claudio Magris, Domenico Starnone, Sandro Veronesi, Niccolò Ammaniti, Paolo Giordano.

In gallery alcuni dei titoli che hanno partecipato al premio quest’anno.

Foto 1 di 58
La discussione continua nel gruppo privato!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...