Lorenzo Gasparrini: 'Gli uomini hanno un problema con il genere femminile' - Roba da Donne

Lorenzo Gasparrini: "Gli uomini hanno un problema con il genere femminile"

Quando capiremo che il femminismo non è solo roba da donne, né una lotta tra sessi, sarà sempre troppo tardi!

Next video

Bianca Pitzorno: "Senza indipendenza economica una donna non è davvero libera"

Clear

Quando ho contattato Lorenzo Gasparrini, filosofo femminista, autore di alcuni saggi dal titolo indicativo (in calce l’elenco), per chiedergli un’intervista sul tema “essere uomini femministi” sapevo che stavo per andare a piantarmi in un bel pantano.

Un pantano subdolo che, nella fattispecie, si chiama patriarcato e maschilismo e che, lungi dall’essere in via d’estinzione, ci è talmente entrato sotto pelle, che spesso ne sono portatrici persone che pensano di non averne nulla a che fare.

La dimostrazione di quanto sia importante e per nulla anacronistico, oggi, parlare di femminismo e, più nello specifico, di come gli uomini possano e debbano essere o diventare femministi, sta nei commenti che sono arrivati a questa video intervista su Facebook (alcuni rimossi perché scritti in un linguaggio gretto, incompatibile con l’alibi della “libertà di parola” e di voler sostenere, a diritto, una tesi diversa).

Dire che il femminicidio sia la punta dell’iceberg di un problema di genere che gli uomini hanno nei confronti delle donne e che parte dal fischio per strada è la realtà. Getta luce su una cultura in cui queste parole di Lorenzo Gasparrini muovono gli animi, perché in essa è radicato il benaltrismo di chi dice sempre che “i problemi sono benaltri”, in questo caso dal catcalling e dai complimenti per strada che, anzi, continuano a essere visti, spesso anche da molte donne, come qualcosa di desiderabile e gratificante.

Comprendere come il corpo delle donne e, con esso, l’autostima e la percezione di sé delle donne oggi siano ancora plasmati da una cultura maschilista a sua immagine e somiglianza è un passo necessario, per gli uomini e per le donne, per rompere un meccanismo e usare il femminismo senza paura di fanatismi e categorizzazioni, ma come grimaldello per una società in cui la parità di genere sia talmente scontata da non doverne neppure più parlare.

Quelle sere in cui vuoi solo tornare a casa (e non avere paura)

Lorenzo Gasparrini dice esplicitamente di lavorare con gli uomini, nel senso che porta loro “teorie e pratiche che di solito non incontrano, né nei loro studi, né nella loro vita quotidiana, per provare a comprendere e risolvere tanti problemi tipici degli uomini”.
In realtà il suo è un lavoro che è importante far conoscere a tutti, uomini e donne senza distinzione, perché il femminismo non è solo roba da donne, né una lotta tra sessi.
Quando lo capiremo sarà sempre troppo tardi!

Nel frattempo possiamo magari iniziare ascoltando, con mente aperta, questa intervista.

I libri scritti da Lorenzo Gasparrini sono:

No. Del rifiuto, di come si subisce e di come si agisce e del suo essere un problema essenzialmente maschile

No. Del rifiuto, di come si subisce e di come si agisce e del suo essere un problema essenzialmente maschile

Lorenzo Gasparrini rimette in discussione la centralità del maschio in un libro sorprendente
14 € su Amazon
15 € risparmi 1 €
Non sono sessista, ma... Il sessismo nel linguaggio contemporaneo

Non sono sessista, ma... Il sessismo nel linguaggio contemporaneo

Un'analisi delle forme del linguaggio sessista, fatta da un uomo, partendo dalla loro origine fino ai cambiamenti che hanno subito negli anni.
15 € su Amazon
16 € risparmi 1 €
Diventare uomini. Relazioni maschili senza oppressioni

Diventare uomini. Relazioni maschili senza oppressioni

Lorenzo Gasparrini illustra la vita comune di un uomo, dall'infanzia all'età adulta, per mostrare come il sessismo condiziona il suo sviluppo, il suo modo di fare, la sua quotidianità.
14 € su Amazon
15 € risparmi 1 €
La discussione continua nel gruppo privato!
  • Le interviste di RDD