Vera Gheno: "Se hai un problema con i femminili hai un problema con le femmine"

Se è vero che le parole creano mondi - ed è vero -, sta a noi decidere di dare forma a un mondo in cui il maschilismo non definisca più la realtà.

Next video

"Mi chiamo Espérance Hakuzwimana Ripanti, sono una donna, sono nera e italiana"

Clear

“Facciamoci caso: la prima forma di offesa nei confronti è sempre quella, ma il maschio, spesso, viene insultato come ‘figlio di puttana’. Rendiamoci conto di quanto il linguaggio che usiamo tutti i giorni è sessista anche se lì per lì non ci facciamo caso”.

Femminili singolari è solo l’ultimo libro di Vera Gheno, sociolinguista, traduttrice è già gestrice – mi raccomando, non gestore – dei social dell’Accademia della Crusca e ora di Zanichelli Firenze, e ha un sottotitolo che è un’affermazione:

Il femminismo è nelle parole

Qualcuno dirà che non è vero. Più di uno dirà, “che palle, queste femministe!”.

"Che palle queste donne che pretendono la parità di genere!"

Che il maschilismo sia, a oggi, ancora dominante nelle nostre parole e nel linguaggio in generale, però, oltre a essere innegabile, è abbastanza evidente: basti contemplare l’evidenza di vocaboli o modi di dire che al maschile hanno un’accezione normale e al femminile assumono i tratti di un insulto (passeggiatore| passeggiatrice, buon uomo/ buona donna, cane/ cagna, maiale/ maiala, etc…).

Del resto in molti, anche donne, continuano a opporsi all’utilizzo dei femminili – scomodando a torto la correttezza dell’italiano che li prevede e, quindi, perché non usarli? – e ostinandosi a declinare al maschile i titoli professionali, anche quando identificano una professionista.

"Al femminile? Mignotta", il meraviglioso discorso di Paola Cortellesi sulle donne

Così l’ingegnera stessa spesso si presenta come ingegnere; l’architetta viene interpellata come architetto + il suo cognome; la ministra fa inorridire molti; per non parlare di muratrice.

Invece di opporci a priori varrebbe prima la pena di capire le ragioni per cui

a) questi femminili ci sembrano tanto strani o, addirittura, sminuenti;
b) è importante che impariamo a usarli e anche a pretenderli, se siamo donne.

Scopriremmo quello che già dovremmo sapere: che viviamo in una società maschilista di cui, frequentemente, anche chi maschilista non è resta vittima.

Se è vero che le parole creano mondi – ed è vero -, sta a noi decidere di dare forma a un mondo in cui il maschilismo non definisca più la realtà.

Questa intervista e il libro di Vera Gheno sono un ottimo punto di partenza per metterci in discussione.

I libri pubblicati da Vera Gheno sono:

Femminili singolari. Il femminismo è nelle parole

Femminili singolari. Il femminismo è nelle parole

Vera Gheno ci mostra una rideterminazione del femminile sia possibile ripensando all'uso delle parole, il tutto in una chiave molto ironica.
14 € su Amazon
15 € risparmi 1 €
Prima l'italiano

Prima l'italiano

Gli errori più comuni che compiamo parlando, e che spesso potrebbero farci risultare persone meno preparate di quello che siamo in realtà. Vera Gheno nel suo libro ci fornisce un esaustivo compendio dei più frequenti.
10 € su Amazon
La tesi di laurea. Ricerca, scrittura e revisione per chiudere in bellezza

La tesi di laurea. Ricerca, scrittura e revisione per chiudere in bellezza

Tutta i consigli ideali per pianificare e organizzare al meglio la stesura della propria tesi di laurea, dalla netiquette da seguire con il relatore fino alla gestione di parenti e amici il giorno della discussione.
11 € su Amazon
Potere alle parole

Potere alle parole

Vera Gheno ci porta a scoprire i misteri della lingua italiana passando in rassegna le nostre abitudini linguistiche, per farci capire che la vera libertà passa anche dalle parole.
12 € su Amazon
13 € risparmi 1 €
Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello

Tienilo acceso. Posta, commenta, condividi senza spegnere il cervello

Un libro per imparare a usare i social con coscienza e cognizione di causa, senza lasciarsene travolgere.
14 € su Amazon
Social-linguistica. Italiano e italiani dei social network

Social-linguistica. Italiano e italiani dei social network

Vera Gheno offre un vero e proprio "diario di bordo" con cui una delle più famose sociolinguiste cerca di spiegarci cosa accade quando mescoliamo vita virtuale e mondo offline.
12 € su Amazon
Guida pratica all'italiano scritto (senza diventare grammarnazi)

Guida pratica all'italiano scritto (senza diventare grammarnazi)

Una guida pratica alla scrittura in cui, analizzando la struttura del lessico italiano, si cerca il modo per usare la lingua con maggiore consapevolezza
11 € su Amazon
12 € risparmi 1 €
La discussione continua nel gruppo privato!