Per il mio bene

Per il mio bene è una storia vera ma anche un romanzo indimenticabile, che riesce a raccontare il dolore e il male con una lingua immediata e diretta, con uno stile allo stesso tempo durissimo e dolce che colpisce il lettore al cuore e tocca le corde più profonde e vere dell’animo umano.

Amazon

Un libro scritto usando un linguaggio molto diretto, senza un grammo di vittimismo

Daria Bignardi

Consigliato a

Chi non ha paura di commuoversi di fronte a una storia toccante raccontata con grandissima dignità

Il nostro voto

Recensione e trama

“A quattro anni mia madre mi diede un pugno. Non era la prima volta che succedeva, ma era la prima volta che lo faceva in macchina. Ho capito che non sarei stata al sicuro in nessun posto”.

È così che Morwenn Moguerou descrive l’infanzia dolorosa, segnata dal trauma delle violenze materne, ospite de L’Assedio di Daria Bignardi. Forse pochi di voi la conosceranno con questo nome, mentre a tutti qualcosa scatterà in testa se vi diciamo che stiamo parlando di Ema Stokholma, ex modella, dj, conduttrice del PrimaFestival 2020 accanto a Gigi e Ross.

Lei, smessi per una volta i panni di deejay, ha indossato quelli inediti di scrittrice per tornare indietro di trent’anni, alla se stessa bambina, alla Morwenn che abitava con il fratello e la mamma nel Sud della Francia dopo che il papà italiano aveva abbandonato sua madre incinta di lei. E lo ha fatto con Per il mio bene, libro uscito per HarperCollins il 12 febbraio in cui, senza edulcorazioni, con un linguaggio molto diretto, tagliente, a tratti crudo, si è spogliata di ogni imbarazzo per raccontare il suo inferno personale.

Quello in cui la mamma la accusava di essere una ninfomane, di masturbarsi, parole di cui lei, appena bambina, ignorava il significato ma di cui si faceva carico pur di evitare le botte.

È stata spinta a mettere nero su bianco la sua esperienza, dice, da un fatto di cronaca, un bambino massacrato in casa, la sorellina sfigurata dai segni dei maltrattamenti; e lo ha fatto per far capire che la violenza domestica che ha per carnefici i genitori non è rara, purtroppo, e che non bisogna vergognarsi ad ammettere di essere o di essere stati una vittima.

Cosa fare quando il mostro si nasconde proprio tra le mura di casa? Provare a fuggire, come ha tentato di fare Morwenn, riaccompagnata nella casa degli orrori dalla polizia, oppure isolarsi, chiudersi nel proprio mondo e smettere di fidarsi.

Ema-Morwenn nelle pagine di questo libro autobiografico così intenso e intriso di sofferenza ci dà però un’altra via di uscita, che è quella di imparare a rialzarsi, perdonando senza dimenticare, per costruirsi un avvenire migliore; lei ce l’ha fatta, riuscendo ad andare via da quella vita a soli quindici anni per diventare prima una modella, poi una disc-jokey.

Oggi, guardandosi alle spalle, non scorda la sofferenza ma prova a renderla costruttiva, affinché possa aiutare qualcun altro; per questo Per il mio bene è soprattutto un messaggio d’amore, per gli altri, per chi sta provando lo stesso inferno e non vede speranze attorno a sé. È un invito a non smettere di credere nel proprio riscatto, mai, e a cercare di fare di tutto per trovarlo. Per il proprio bene, appunto.

 

Scopri come leggerlo al miglior prezzo!

Dettagli

Prezzo Listino: 15,30
Editore: HarperCollins Italia
Collana: ND
Data Pubblicazione: 02/12/2020
Pagine: 200
ISBN-10: 886905702X
ISBN-13: 978-8869057021
Lingua Originale: Italiano
Lingua Edizione: Italiano
Titolo Originale: Per il mio bene

Informazioni sull'autore