Il mostruoso femminile

Sady Doyle analizza le modalità in cui le donne sono state e sono demonizzate e traccia i contorni della gabbia entro cui la violenza maschile le costringe a entrare.

Amazon

Consigliato a

Chi cerca un’analisi profonda e chirurgica sul perché è stato tanto facile, per il patriarcato, sottomettere le donne giocando sulla paura popolare.

Il nostro voto

Recensione e trama

Uno dei modi migliori con cui gli uomini, intesi come sesso maschile, nei secoli sono riusciti a tenere le donne sotto il giogo dell’egemonia maschile è stato sicuramente quello di fornirne spesso rappresentazioni distorte in cui l’ingenuità popolare e le superstizione facessero la loro parte. Da lì parte, ad esempio, la caccia alle streghe e tutte quelle occasioni in cui le donne sono, storicamente, state interpretate e viste come esseri mostruosi; compiendo un salto nel tempo, troviamo traccia della caratterizzazione “mostruosa” della donna già nella biblica Eva che, cedendo alla tentazione, caccia di fatto gli esseri umani dal Paradiso terrestre, e più avanti nella maga Circe, nelle sirene di Ulisse, in Pandora che scoperchia il vaso con tutti i mali del mondo.

Insomma, da che mondo è mondo la donna è sempre stata tenuta sotto controllo in virtù di una certa “mostruosità” attribuitale, ça va sans dire, dalla controparte maschile; e oggi Il mostruoso femminile si inserisce di diritto nel filone di quei saggi, analitici e lucidi al massimo, che viaggiano proprio tra mito e letteratura, cronaca nera e cult movie, per ricostruire un mosaico che parla chiaramente di prosaico patriarcato e di paura primordiale nei confronti del genere femminile.

Il mostruoso femminile. Il patriarcato e la paura delle donne

Il mostruoso femminile. Il patriarcato e la paura delle donne

Il mostruoso femminile è un saggio sulla mostruosità femminile che viaggia tra mito e letteratura, cronaca nera e cult movie per riconoscere il patriarcato e la primordiale paura che nutre nei confronti delle donne.
17 € su Amazon
18 € risparmi 1 €

Lo fa analizzando proprio, in maniera profonda e chirurgica, le narrazioni costruite per nascondere il potere femminile, al fine di liberarlo, passando quindi dalla giovane Regan de L’esorcista alla dea babilonese Tiamat, dal T-rex di Jurassic Park alla biblica Lilith.

A scrivere Il mostruoso femminile, edito in Italia da Tlön, Jude Ellison Sady Doyle, autore che si definisce non binary, queer e transgender, che quando ha iniziato a scrivere il libro usava ancora i pronomi femminili, mentre oggi preferisce they/them.

La discussione continua nel gruppo privato!

Dettagli

Genere: Saggi
Prezzo Listino: 17,10
Editore: Tlön
Collana: ND
Data Pubblicazione: 01/01/1970
Pagine: 304
ISBN-10: 8831498258
ISBN-13: 978-8831498258
Lingua Originale: Inglese
Lingua Edizione: Italiano
Titolo Originale: Dead Blondes and Bad Mothers: Monstrosity, Patriarchy, and the Fear of Female Power

Informazioni sull'autore