logo
Stai leggendo: Dalla parte delle bambine

Dalla parte delle bambine

Dalla parte delle bambine

Consigliato a ...

Un saggio intenso, che invita a una riflessione profonda su un tema ancora oggi di estrema attualità, naturalmente sempre se si ha la voglia di comprenderne davvero il significato.

Rating: 3.0/5. Su un totale di 2 voti.
Attendere prego...

Recensione e trama

Era il 1973 quando Elena Gianini Belotti pubblicò per Feltrinelli il suo maggiore successo, Dalla parte delle bambine, un saggio che raccontava dei condizionamenti sessisti  che erano alla base dell’educazione imposta alle femmine, condizionamenti che attenevano esclusivamente a motivazioni di ordine sociale ed etico più che a questioni intimamente legate alla biologia, all’anatomia o a differenze fisiche tra uomini e donne.

La tesi sostenuta dalla scrittrice romana è appunto questa: la tradizionale differenza di carattere tra maschio e femmina non è dovuta a fattori “innati”, ma ai “condizionamenti culturali” che l’individuo subisce nel corso del suo sviluppo. Come il classico discorso delle “cose da femmine”, ad esempio; dei modi in cui “una donna deve comportarsi”, per non parlare poi di giocattoli, vestiti libri. Insomma, una vera e propria categorizzazione che spinge, erroneamente, a pensare che esistano cose riservate agli uomini e altre riservate alle donne.

Ragionamenti per fortuna ormai ampiamente superati, verrebbe da pensare, ma ne siamo proprio sicuri? Non solo Dalla parte delle bambine ha avuto un “aggiornamento”, nel 2007, con Ancora dalla parte delle bambine, stavolta scritto da Loredana Lipperini, il fatto è che siamo ancora fortemente intrisi da questa mentalità discriminatoria e a suo modo classista, siamo impregnati fino al midollo dello spiacevole pensiero che ci impone di continuare a etichettare, distinguere, classificare. Lavori da uomo e da donna, giochi da bambino e bambina, fino al più evidente dei parti della diversità conclamata, la diversità di stipendio, di raggiungimento delle posizioni professionali di comando, la disparità di accesso a qualifiche di prestigio e la sorpresa laddove una donna vi riesca. Se consideriamo stupefacente una donna astronauta a distanza di 45 anni dalla sua uscita, significa che Dalla parte delle bambine merita ben più di una lettura: merita una riflessione, profonda, piena, a tutto tondo, su quanto i condizionamenti che ci portiamo dentro fin da quando siamo in pancia (avete mai pensato ai classici discorsi pancia a punta, pancia rotonda, seno destro gonfio, tutti indizi per stabilire se si stava aspettando un maschietto o una femminuccia?) siano tutt’altro che superati.

 Tutta l’educazione che viene impartita alle femmine – da genitori, parenti e insegnanti – è tesa a far sì che le bambine contengano energie ed entusiasmi e diventino mansuete, per nulla aggressive e competitive, ‘femminili’, ‘piccole donnine’. Non siano troppo esuberanti, si coprano e non mostrino mai il loro corpo, non stiano con le gambe aperte o in posizioni ritenute sconvenienti, siano carine prima di tutto. Il loro mondo, giorno dopo giorno, si restringe, e di conseguenza l’immaginazione non fiorisce quanto potrebbe. 

Si legge nel post della pagina Facebook L’ha scritto una femmina.

E in effetti è tutto, innegabilmente vero: la cultura a cui apparteniamo punta, parlando in termini crudamente spicci ma veritieri, a ottenere dagli individui dei due sessi il comportamento più adeguato ai valori che le preme conservare e trasmettere: fra questi, anche il “mito della ‘naturale’ superiorità maschile contrapposta alla ‘naturale’ inferiorità femminile, come si legge su Amazon.

L’operazione da compiere dunque  – spiega Gianini Belotti nel libro – non è di formare le bambine a immagine e somiglianza dei maschi, ma di restituire a ogni individuo che nasce la possibilità di svilupparsi nel modo che gli è più congeniale, indipendentemente dal sesso cui appartiene.

Dalla parte delle bambine è su Amazon, nell’edizione ristampata nel 2013.

Dettagli

Genere: Saggi
Prezzo Listino: 9,00
Editore: Feltrinelli
Collana: ND
Data Pubblicazione: 25/09/2013
Pagine: 193
ISBN-10: 8807882604
ISBN-13: 978-8807882609
Lingua Originale: Italiano
Lingua Edizione: Italiano
Titolo Originale: Dalla parte delle bambine