diredonna network
logo
Stai leggendo: Dimmi che credi al destino

Se non ti vedo non esisti

Giovani, Carine e Bugiarde

10 romanzi d'amore che ci hanno fregate più delle principesse Disney

Manuale di prevenzione amorosa per donne single (e principesse)

Senza volto

L'amore che mi resta: "Quando tua figlia sceglie di suicidarsi"

9 libri da leggere sotto l'ombrellone - I consigli di Roba da Donne

Come scoprire il potere liberatorio del vaffanculo e sorridere alla vita

Tre volte te

Pomodori verdi fritti (al caffè di Whistle Stop)

Dimmi che credi al destino

Dimmi che credi al destino
Dimmi che credi al destino
Dimmi che credi al destino

Consigliato a ...

Chi cerca una storia che parla di ricominciare.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Recensione e trama

Dimmi che credi al destino di Luca Bianchini è la storia di Ornella e della sua voglia di ricominciare, di una donna che nella vita è caduta tante volte e altrettante volte si è rialzata.

Ornella ha cinquantacinque anni, un matrimonio alle spalle (o forse no?) di cui parla a un signore anziano al parco e vive a Londra, accanto a Bernard, il vicino di casa che la conosce meglio di se stessa.

A Londra Ornella si dedica anima e corpo alla libreria in cui lavora, l’Italian Bookshop, ma il proprietario ha deciso di chiudere. Ma lei non ci sta perché è l’unico luogo dove si sente realizzata e così chiama in soccorso Patti, una milanese modaiola in attesa che una zia del marito passi a miglior vita per intascare l’eredità, la sua migliore amica, conosciuta in una clinica di disintossicazione. Le due insieme decidono di assumere Diego, un ragioniere napoletano dal cuore infranto, fuggito a Londra per rimetterlo in sesto.

Ma presto Ornella deve tornare in Italia e chiudere i conti con il passato, al capezzale dell’ex marito.

Dimmi che credi al destino è un libro che parla di come ricostruire la propria vita non sia semplice: avere ed accettare una seconda possibilità non è facile, soprattutto quando il passato che si ha alle spalle è difficile da dimenticare, ma quando si è sostenuti da un gruppo di persone, per quanto sgangherato, come Ornella, allora diventa fattibile.

Proprio questo gruppo di persone, che avrebbe potuto essere il punto forte del libro, perché variegato e soprattutto perché ispirato a persone vere, in quanto Ornella è un’amica dello scrittore, in realtà convince poco: troppo stereotipato e poco approfondito. La storia della libreria, che affascina e per la cui salvezza il libro è stato scritto, pare essere in sospeso, e in fondo è così.

La narrazione scorre veloce grazie all’ironia dell’autore e al piacevole contrasto che si crea tra un modo di ragionare tutto italiano e la realtà inglese.

Dettagli

Prezzo Listino: EUR 17,00
Editore: Mondadori
Collana: ND
Data Pubblicazione: 12/05/2015
Pagine: 262
ISBN-10: 8804650559
ISBN-13: 9788804650553
Lingua Originale: Italiano
Lingua Edizione: Italiano
Titolo Originale: Dimmi che credi al destino