diredonna network
logo
Stai leggendo: Twilight: Nuovo Libro in Arrivo, ma c’è un Cambio di Sesso tra i Protagonisti

It

L'amore si fa strada

La fabbrica di cioccolato

Addio Principesse: Queste Sono le Nuove Eroine delle Fiabe per Bambini!

Meglio il libro o... la serie tv? Ecco 15 fiction ispirate a romanzi

9 libri di cui uscirà il film nel 2017 da leggere prima di andare al cinema!

Olocausto: storie di 4 bambini vittime dei campi di concentramento

Arriva Kakebo, l'agenda con il metodo giapponese che vi fa risparmiare

15 poesie di Natale da insegnare ai vostri bambini

Intervista a Daniela Farnese: “Non solo nelle favole (o grazie a Chanel) si può essere felici”

Twilight: Nuovo Libro in Arrivo, ma c'è un Cambio di Sesso tra i Protagonisti

Riuscite a immaginare il primo episodio della saga di Twilight con Bella che non è Bella ma un ragazzo umano ed Edward che non è Edward ma una fanciulla vampiro? Che la risposta sia sì o no, tenete a freno la fantasia e leggete qui...
twilight reimagined

Uno scambio di sesso. No, non un cambio: niente interventi chirurgici né fenotipi e genotipi non corrispondenti tra loro. Bensì uno scambio letterario di sesso tra i due protagonisti della saga. La storia, e i protagonisti stessi nelle loro vesti tradizionali, li conosciamo fin troppo bene: sono Edward Cullen e Bella Swan, il magnetico vampiro e la studentessa che dinanzi al fascino dell’uomo dalla vita eterna nulla può. Ora Edward e Bella non saranno più Edward e Bella.

Per celebrare il decimo anniversario dall’uscita del primo episodio della saga, Twilight, un successo editoriale che sembra forgiato da Re Mida in persona, l’autrice Stephenie Meyer ha messo da parte l’annunciato Midnight Sun e ha riscritto da capo il primo volume. Invertendo i ruoli dei due protagonisti principali: lui diventa lei, lei diventa lui. E non sono voci di corridoio: la versione inglese del testo, Life and Death: Twilight Reimagined è uscita il 6 ottobre (ma le fan italiane dovranno aspettare sino a gennaio, quando il volume verrà dato alle stampe da Fazi Editore, come accaduto per i precedenti quattro).

A quanto pare, leggendo le prime impressioni d’Oltremanica, Stephenie Meyer non si è limitata a un semplice Trova e Sostituisci  con i nomi dei protagonisti sul documento Word: pare che la storia fili, che abbia un senso e che, pur essendo un rifacimento del primo libro, abbia un suo, personalissimo, fascino.

Per chi si fosse perso i capitoli precedenti, o avesse bisogno di una rinfrescata, ecco un breve riepilogo. Anzitutto, in italiano Twilight significa Crepuscolo, il che consente già di trarre qualche conclusione. I due “eroi” della storia sono i già citati Isabella Swan – detta anche Bella, o Bells – ed Eward Cullen, entrambi 17enni. Oddio, godendo il fascinoso Edward della vita eterna attribuirgli un’età precisa risulta quanto meno bizzarro, ma tant’è: Edward pare essersi fermato alla sua età da eterno adolescente già nel lontano 1918. Nel primo romanzo, che in Italia è arrivato nel 2006, Bella si trasferisce a Forks, nello Stato di Washington – una zona favorevole ai vampiri perché la luce del sole si vede sì e no una settimana all’anno – e, manco a dirlo, conosce Edward e se ne innamora.

Ora la Meyer, che qualcosa doveva pur inventarsi per tener alta l’attenzione sulla sua opera e soprattutto per accontentare i fan che mai si rassegnano alla fine o all’interruzione di una saga, ha sfornato un nuovo romanzo da oltre 400 pagine. Bella diventa Beau (abbreviazione di Beaufort) Swan, un maschio umano, ed Edward diventa la controparte femminile, Edythe Cullen, una giovane ed affascinante vampira. Naturalmente, perché tutto quadrasse, ha dovuto sottoporsi al cambio di sesso anche Jacob Black, che ora porta porta il grazioso nome di Julie.

In un’intervista al programma Good Morning America, Stephenie Meyer ha spiegato di avere preso la decisione di scambiare il sesso dei suoi protagonisti per rispondere a chi bollava Bella (e non del tutto a torto, ammettiamolo) come “una damigella in disgrazia”, con implicite accuse di sessismo.

Invece così è esattamente la stessa storia (che sarà acclusa al primo libro come bonus, ndr), è solo una storia d’amore, e non importa chi sia il ragazzo e chi la ragazza, funziona lo stesso.

Questo cambiamento non significa che io preferisca questo romanzo all’originale o che pensi che quello fosse ‘sbagliato’ – scrive la Meyer nella postfazione del romanzo -. Si è trattato semplicemente di un ‘Cosa accaderebbe se…? E ho voluto vedere quale sarebbe stato il risultato se proprio Twilight fosse diventata la fine della storia. Se, come Beau, Bella avesse lasciato l’aeroporto giusti cinque minuti prima. Sono stata molto felice di unire Beau ed Edythe, di epurare la storia dalle parti più insicure e traballanti. Ma c’è stata anche tanta tristezza. Come umana, Bella ha dovuto sopportare molto più dolore di Beau, ma alla fine so che, se glielo chiedessimo, lei direbbe che ne è valsa la pena. Beau starà bene, anzi, molto più che bene: sarà felice. Ma porterà sempre con sé un grande rimpianto.

A chi si stesse sorprendendo dell’operazione delle Meyer, va detto che l’autrice non ha inventato nulla di nuovissimo.  E. L. James, l’altra scrittrice benedetta da Re Mida, autrice di 50 sfumature di grigio (oltre che di rosso e di nero), ha pubblicato un quarto libro dove la saga erotica è raccontata da Christian Grey, il ricco uomo d’affari con cui la protagonista Anastasia Steele intrattiene una complicata relazione sadomasochista.

Del resto, lo straordinario successo Twilight ha un antecedente solo in Harry Potter, e ha anche anticipato il già citato 50 sfumature di grigio, che nacque proprio come fanfiction di Twilight.

Per deliziare le fan più impazienti, abbiamo tratto qualche esempio utile a capire il tratteggio dei personaggi dal sito ew.com:

Al termine del capitolo uno, quando Bella/Beau sta pensando che Edward/Edyth la/lo odi:

Beau in Life and Death: “Sono tornato a casa di Charlie, cercando di non pensare a nulla”

Bella in Twilight: “Sono tornata a casa di Charlie, in preda alle lacrime per tutto il tempo”

Quando Bella/Beau intravede di sfuggita per la prima volta il/la Dr/ssa Cullen:

Beau in Life and Death: “Poi un dottore è comparso da dietro l’angolo, e sono rimasto a bocca aperta. Lei era giovane, bionda… ed era più bella di qualsiasi star del cinema avessi mai visto. Come se qualcuno avesse fatto a pezzi Audrey Hepburn, Grace Kelly e Marilyn Monroe, ne avesse preso le parti migliori e le avesse riassemblate per dar vita a una dea. Era pallida, sembrava stanca, con occhiaie attorno agli occhi scuri”.

Bella in Twilight: “Il dottore è comparso da dietro l’angolo, e sono rimasta a bocca aperta. Lui era giovane, biondo… Ed era più bello di qualsiasi star del cinema avessi mai visto. Era pallido, sembrava stanco, con occhiaie attorno agli occhi”.

Che ve ne pare, care amiche? Siete incuriosite o la nuova versione di Bella ed Edward non vi attira per nulla?