diredonna network
logo
Stai leggendo: Un anno sull’altipiano

Giovani, Carine e Bugiarde

10 romanzi d'amore che ci hanno fregate più delle principesse Disney

Se non ti vedo non esisti

Manuale di prevenzione amorosa per donne single (e principesse)

Senza volto

L'amore che mi resta: "Quando tua figlia sceglie di suicidarsi"

9 libri da leggere sotto l'ombrellone - I consigli di Roba da Donne

Come scoprire il potere liberatorio del vaffanculo e sorridere alla vita

Tre volte te

Pomodori verdi fritti (al caffè di Whistle Stop)

Un anno sull'altipiano

Un anno sull'altipiano
Un anno sull'altipiano
Un anno sull'altipiano

Consigliato a ...

Chi ama i romanzi ispirati a fatti realmente accaduti e crede nel valore della loro testimonianza

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Recensione e trama

In Un anno sull’altipiano Lussu ci racconta, senza pretesa alcuna, l‘atroce quotidianità della guerra di trincea, tra il 1916 e il 1917, narrandoci di eventi vissuti e delle tragiche vicissitudini dei protagonisti, involontari, di questo tragico evento.

L’autore di questo romanzo non ci domanda di dare un giudizio sulla guerra o di schierarci da una parte o dall’altra, ma piuttosto di leggere ciò che scrive per comprendere l’entità dei dolorosi eventi di questa sciagura.

Un anno sull’altipiano è ispirato alla drammatica esperienza che lo scrittore ha vissuto in prima persona: infatti Emilio Lussu ha combattuto la prima guerra mondiale sull’altipiano di Asiago.

Ne è un esempio il brano dedicato al disertore Marrasi, che corre verso le linee nemiche per cercare di salvarsi, ma i suoi commilitoni, per ordine del sergente, iniziano a sparargli; un momento angosciante in cui Lussu, come ufficiale più alto in grado presente sul posto, deve subire le continue e assillanti chiamate del comandante il quale esige di essere informato sull’evolversi dei fatti per poterlo comunicare a sua volta ai suoi superiori.

Nel romanzo è molto ben descritto lo stato psicologico dei soldati, la paura che li perseguita anche nei momenti di “calma”, della “speranza” di essere uccisi all’improvviso, mentre sono in trincea, la loro angoscia nelle ore prima di un assalto.

E trova spazio anche il loro eroismo davanti alle situazioni tragiche, come quando, nonostante non siano riusciti a creare una breccia nel filo spinato, si lanciano ugualmente all’attacco, ben sapendo di andare incontro alla morte.

Con uno stile asciutto e a tratti ironico, Lussu mette in scena nel suo romanzo una sorta di richiesta di condanna morale contro le sevizie della guerra, senza essere polemico o contestatore, ma con la sola forza delle parole e descrivendo in maniera autentica i drammi e la disumanità degli eventi che portarono alla disfatta di Caporetto.

Un diario scritto in prima persona, con un linguaggio scorrevole, che racconta, nei più vividi dettagli, un anno di guerra; Lussu ci regala un autentico squarcio sulle tragedie della prima guerra mondiale, realizzando probabilmente uno tra i libri più belli, completi e reali che siano mai stati scritti su questo tema.

Dettagli

Genere: Classici
Prezzo Listino: EUR 11,00
Editore: Einaudi
Collana: ND
Data Pubblicazione: 28/01/2014
Pagine: 216
ISBN-10: 8806219170
ISBN-13: 9788806219178
Lingua Originale: Italiano
Lingua Edizione: Italiano
Titolo Originale: Un anno sull'altipiano