diredonna network
logo
Stai leggendo: Memoria delle mie puttane tristi

Tredici

Classici da leggere: se non ne hai letti almeno 7 non sai cosa ti sei perso

Come scoprire il potere liberatorio del vaffanculo e sorridere alla vita

Tre volte te

Pomodori verdi fritti (al caffè di Whistle Stop)

I love Tokyo

La regina dei castelli di carta – Millenium Trilogy

La ragazza che giocava con il fuoco - Millenium Trilogy

Uomini che odiano le donne - Millenium Trilogy

Il grande Gatsby

Memoria delle mie puttane tristi

Memoria delle mie puttane tristi
Memoria delle mie puttane tristi
Memoria delle mie puttane tristi

Recensione e trama

Memoria delle mie puttane tristi di Gabriel Garcia Marquez è un romanzo breve, quasi una poesia, che parla di amore e di come questo si sappia nascondere nelle situazioni più improbabili, di come la vecchiaia, l’apatia e anche il degrado non possano contrastare quest’emozione, capace non solo di cambiare il presente, ma anche di mostrare il passato sotto una nuova luce.

Protagonista è un giornalista novantenne che, per il proprio compleanno, si regala una notte d’amore con un’adolescente vergine; quest’uomo, ha una particolarità: nella sua vita non ha mai conosciuto l’amore e tutte le donne che sono state con lui, di cui ha stilato un elenco, lo hanno fatto sotto compensi in denaro.

L’uomo passa così la notte con una ragazza, limitandosi a guardarla mentre lei dorme; si affeziona a lei, la soprannomina “Delgadina” e, passando con lei altre notti durante le quali quali continua ad ammirarla e a parlarle, scopre l’amore.

Per l’uomo gli incontri con la ragazza diventano irrinunciabili, diventano dei momenti in cui sperimenta una bellezza mai vissuta prima: la stanza del bordello dove si incontrano, inizialmente vuota e spoglia, diventa notte dopo notte più piena, grazie agli oggetti che il giornalista porta con sé, quasi a simboleggiare come la sua anima scopra una pienezza mai avuta prima.

Vivere il primo amore a novant’anni è come viverlo da adolescenti, con le stesse emozioni e le stesse palpitazioni, ma c’è qualcosa in più, c’è la consapevolezza di una vita passata fatta di occasioni perdute che insegnano che, anche se si è al tramonto della vita, non è mai troppo tardi.

Memoria delle mie puttane tristi è un romanzo evocativo e introspettivo, è il romanzo della riscoperta dell’amore e delle vita.

Dettagli

Prezzo Listino: EUR 10,00
Editore: Mondadori
Collana: ND
Data Pubblicazione: 11/01/2011
Pagine: 141
ISBN-10: 8804604921
ISBN-13: 9788804604921
Lingua Originale: Italiano
Lingua Edizione: Italiano
Titolo Originale: Memoria delle mie puttane tristi