diredonna network
logo
Stai leggendo: L’amico ritrovato

Se non ti vedo non esisti

Giovani, Carine e Bugiarde

Senza volto

L'amore che mi resta: "Quando tua figlia sceglie di suicidarsi"

10 romanzi d'amore che ci hanno fregate più delle principesse Disney

Manuale di prevenzione amorosa per donne single (e principesse)

9 libri da leggere sotto l'ombrellone - I consigli di Roba da Donne

Tredici

Classici da leggere: se non ne hai letti almeno 7 non sai cosa ti sei perso

Come scoprire il potere liberatorio del vaffanculo e sorridere alla vita

L'amico ritrovato

L'amico ritrovato
L'amico ritrovato
L'amico ritrovato

Consigliato a ...

Chi cerca una storia toccante che racconti di un'amicizia capace di superare le barriere.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Recensione e trama

L’amicizia è qualcosa che spesso trovi per caso, rivolgendo una parola all’improvviso a chi ti sta accanto, che puoi perdere perché le circostanze cambiano e tu con loro, ma che puoi anche ritrovare quando, con occhi più lucidi e onesti, decidi di guardare a quello che è stato, ed è ciò che accade ne L’amico ritrovato di Fred Uhlman, una storia ispirata ai ricordi personali dell’autore.

Stoccarda, 1932. Hans Schwarz è un ragazzo ebreo di sedici anni che appartiene a una famiglia dell’alta borghesia, molto integrata all’interno della società tedesca; alla sua classe a scuola viene aggregato Konradin von Hohenfels, un giovane di nobile famiglia, dai modi di fare arroganti e al tempo stesso eleganti, e Hans non può che desiderare di diventare suo amico.

Un giorno, sulla strada di casa, Konradin e Hans iniziano a parlare e, ben presto, si scoprono amici. Konradin si reca più volte a casa di Hans, dove conosce i suoi genitori, mentre Hans visita poche volte la casa dell’amico e sempre in modo clandestino, perché la madre di Konradin odia gli ebrei, cosa che porta il ragazzo a ignorare Hans quando lo incontra fuori da scuola ed è con i suoi genitori. Si tratta di un atteggiamento che lentamente incrina il rapporto dei due, che viene del tutto compromesso con l’inserimento dell’ideologia nazionalsocialista a scuola. Quando nel 1933 Hitler sale al potere, la situazione diventa difficile, Hans parte per l’America, ospite dei suoi zii; i suoi genitori rimangono, ma suo padre, a causa dell’antisemitismo, si toglie la vita.

Hans per molto tempo non sentirà più parlare di Konradin o della sua scuola, finché un giorno non scoprirà che il suo amico è stato giustiziato perché ha preso parte al complotto che intendeva uccidere Hitler, e questa sarà l’occasione per rivalutare l’intera loro amicizia.

L’amico ritrovato racconta la storia di due adolescenti che, in un momento della vita in cui la famiglia, per quanto sia un elemento che nel bene e nel male influenza le azioni, è qualcosa di lontano e in un momento della storia in cui la bestialità stava per avere la meglio sull’umanità, si conoscono e stringono un legame profondo e sincero; ma questo libro racconta anche la delusione del tradimento e il cammino per rimediare ai propri errori.

Un libro che è un messaggio di speranza, che ricorda che, quando il cuore è sincero e si tiene davvero all’altro, nemmeno la storia e una guerra possono cancellare un’amicizia, superando così i pregiudizi e l’odio; una lettura commovente, un inno all’amicizia che può essere sempre ritrovata, almeno nel nostro cuore.

Dettagli

Prezzo Listino: EUR 7,00
Editore: Feltrinelli
Collana: ND
Data Pubblicazione: 27/12/2012
Pagine: 92
ISBN-10: 8807880733
ISBN-13: 9788807880735
Lingua Originale: Italiano
Lingua Edizione: Italiano
Titolo Originale: L'amico ritrovato