diredonna network
logo
Stai leggendo: 8 Dettagli Nascosti nei Libri di Harry Potter che Forse Non Hai Notato

Elsa Morante: l'artista, la femminista e quei giochi erotici con Luchino Visconti

Sibilla Aleramo, la violenza a 15 anni e quell'amore furibondo che portò lui alla pazzia

Bianca Pitzorno, la scrittrice per bambini che non volle figli: "Meglio essere zia"

Le mamme ribelli non hanno paura

"Harry Potter e la Maledizione dell'Erede" è (finalmente) nelle librerie italiane

Un Giorno per Commemorare Tutte le Morti di Harry Potter

Come è Nato Harry Potter: gli Appunti di J.K. Rowling

Harry Potter: le Primissime Immagini della Nuova Edizione Illustrata

Libri per bambini dagli 8 ai 10 anni: ecco i migliori tra novità e classici senza tempo

Agenda 2017: classica, vintage, moderna, romantica. I nostri consigli per scegliere al meglio!

8 Dettagli Nascosti nei Libri di Harry Potter che Forse Non Hai Notato

Siete fan sfegatate di Harry Potter e delle sue magiche avventure tra le mura di Hogwarts? Abbiamo scovato alcuni particolari nascosti che probabilmente vi sono sfuggiti, otto cose che non avete notato nei libri di Harry Potter anche se siete vere esperte in materia, mettetevi alla prova!
Fonte: Web
Fonte: Web

Appassionate dei libri di Harry Potter, questo articolo è tutto per voi! Se anche voi come me avete perso il conto del numero di volte in cui avete riletto i sette romanzi della saga, se siete assolutamente certe che i corridoi di Hogwarts per voi non avrebbero alcun segreto e che li potreste percorrere con la massima disinvoltura senza bisogno di utilizzare la Mappa del Malandrino, se conoscete a memoria tutte i personaggi, gli intrecci e soprattutto gli incantesimi necessari per vincere con facilità un duello tra maghi, allora di sicuro rimarrete un po’ deluse quando scoprirete che ci sono alcuni particolari contenuti nei libri di Harry Potter che forse vi sono sfuggiti.

La cosa che colpisce di più dei romanzi della saga di Harry Potter è sicuramente la complessità della trama generale: J.K.Rowling tiene perfettamente la fila del discorso e della narrazione, e riesce a creare un universo fatto di magia, di particolari, di decine e decine di personaggi e di storie parallele che si incastrano perfettamente le une con le altre, senza lasciare davvero niente al caso.

Se avete riletto tante volte i libri di Harry Potter, di sicuro ogni volta vi sarete accorte di nuovi particolari, che nelle precedenti letture magari vi erano sfuggiti, o non vi erano apparsi in maniera così evidente. In questo articolo troverete alcuni di questi dettagli, i più nascosti, ben otto particolari di cui potreste davvero stupirvi.

Scopriamoli insieme, e se per caso ne doveste trovare degli altri fatecelo sapere subito!

1. Rosso contro Verde

libri-di-harry-potter-colori
fonte: web

Avete mai fatto caso all’importanza che hanno i colori nel corso della storia di Harry Potter, dal primo all’ultimo libro? Particolarmente forte è la contrapposizione tra il Rosso ed il Verde, che non fa altro che riprendere la contrapposizione eterna tra il Bene ed il Male.

Il Rosso è il colore della virtù, del bene e degli affetti più cari: è il colore della Casa di Grifondoro, del treno che porta gli studenti ad Hogwarts, dei capelli di tutti i componenti della famiglia Weasley e del tetto della loro casa, la Tana, dove tanto spesso Harry trova rifugio e calore. Il Verde, invece, è il colore associato al male: è il colore della Casa di Serpeverde, è il colore del raggio mortale delle Maledizioni Senza Ritorno, associato alla presenza di Lord Voldemort e dei suoi seguaci.

2. La Famiglia Black tra le stelle e le costellazioni

libri-harry-potter
fonte: web

Sirius Black è uno personaggi più importanti a partire dal terzo romanzo della saga, in cui compare per la prima volta: nonostante sia uno dei più grandi amici dei genitori di Harry, Lily e James Potter, però, Sirius discende da una famiglia di Maghi Purosangue, da sempre fedele al Signore Oscuro. Il particolare curioso che forse vi sarà sfuggito riguarda i nomi degli appartenenti alla famiglia Black, e probabilmente lo riuscirete a cogliere da sole andando a rileggere la descrizione dell’albero genealogico che si trova nella casa di Sirius adibita a quartier generale dell’Ordine della Fenice. Tutti i membri della famiglia Black, infatti, nella versione originale inglese della saga, portano il nome di una stella o di una costellazione particolarmente famosa: Sirius, Regulus, Orion, Andromeda, Bellatrix, Narcissa, Pollux, Draco, Cygnus.

3. Albus Silente e la super vista

libri-harry-potter-mantello-invisibilita
fonte: web

Tra i tanti regali che Harry riceve da quando fa il suo ingresso alla scuola di magia di Hogwarts, il Mantello dell’Invisibilità che era appartenuto a suo padre è quello che si rivela in assoluto più utile, riuscendo a tirarlo fuori dai guai in cui si caccia ripetutamente insieme ai suoi inseparabili compagni di avventure, Hermione e Ron. Solo una persona riesce a vedere attraverso il Mantello dell’Invisibilità di Harry, e quella persona è il professor Silente, che conosce alla perfezione come utilizzare il misterioso incantesimo Homenum Revelio.

4. Babbani a Hogwarts? Solo una volta

libri-di-harry-potter-mirtilla-malcontenta
fonte: web

Solo i maghi possono vedere i luoghi che appartengono al Mondo della Magia, e tra questi c’è, ovviamente, anche Hogwarts, tra le cui mura non è permesso l’accesso a nessun appartenente al mondo non magico, vale a dire a nessun Babbano. Ed infatti i genitori di Hermione, come quelli di molti altri maghi mezzosangue, che studiano ad Hogwarts pur essendo nati da famiglie babbane, in nessuna occasione hanno la possibilità di visitare la scuola di magia frequentata dai loro figli.

C’è un unico caso in cui dei Babbani riescono ad entrare ad Hogwarts: in Harry Potter e La Camera dei Segreti, quando viene raccontata la storia della morte di Mirtilla Malcontenta, si racconta anche che i suoi genitori, una coppia di Babbani, furono avvisati della tragedia, ed accorsero immediatamente ad Hogwarts.

5. Palle di neve contro il Signore Oscuro

libri-di-harry-potter-serpenti
fonte: web

Harry è l’unico che può affrontare direttamente e faccia a faccia Lord Voldemort, con la consapevolezza di poterlo ancora una volta sconfiggere. Eppure, anche se con il Signore Oscuro è sconsigliabile scherzare, in uno dei libri di Harry Potter ci sono due simpatici personaggi che si fanno beffe di lui, prendendolo addirittura a palle di neve.

Si tratta dei gemelli Weasley, George e Fred, che in Harry Potter e la Pietra Filosofale prendono a palle di neve il mite ed all’apparenza inoffensivo Professor Raptor, senza sapere che sotto il suo turbante si nasconde proprio il volto del Signore Oscuro.

6. Il legame tra Harry e Lord Voldemort

libri-di-harry-potter
fonte: web

A partire dal momento in cui Lord Voldemort tenta di uccidere il piccolo Harry senza però riuscirci, i due maghi sono indissolubilmente legati l’uno all’altro. Harry sente pulsare la cicatrice ogni volta che il Signore Oscuro si avvicina, riesce a vedere con i suoi occhi e, soprattutto, riesce a parlare la lingua dei serpenti, cosa che pochissimi maghi, tra cui proprio Voldemort sono in grado di fare.

Ed infatti, proprio dal momento in cui Voldemort cade ed è definitivamente sconfitto, non solo la cicatrice non gli fa più male, ma perde anche il potere di comunicare con i serpenti.

7. Gli inseparabili gemelli Weasley

libri-di-harry-potter
fonte: web

I gemelli Weasley, Fred e George, sono in assoluto i personaggi più divertenti tra quelli che appaiono nei sette libri di Harry Potter: ed oltre ad essere gemelli identici, sono anche inseparabili.

Avete notato anche voi che gli unici due momenti in cui i due non si muovono insieme sono i momenti più tragici della loro storia, cioè quando George perde l’orecchio durante l’attacco dei Mangiamorte che cercano di catturare Harry, e quando Fred muore tragicamente? E soprattutto: sapevate che Fred e George sono nati nel giorno più divertente dell’anno, vale a dire il Primo d’Aprile?

8. A ciascuno il suo Patronus

libri-di-harry-potter
fonte: web

Se siete delle vere fan dei libri di Harry Potter, non potete non sapere cos’è un Patronus, e soprattutto che ogni mago è in grado di evocarne uno completamente diverso dagli altri, che gli somiglia in alcune delle sue caratteristiche personali e caratteriali.

Il Patronus evocato da Harry è un cervo, identico a quello evocato da suo padre; a sua volta, quello di Lily Potter, la mamma di Harry è una cerva, a dimostrazione che è davvero la perfetta anima gemella di James. Quante di voi però ricordano che dopo essersi innamorata di Lupin il Patronus di Ninfadora Tonks cambia aspetto, trasformandosi, a testimonianza del suo immenso amore, proprio in un lupo?