diredonna network
logo
Stai leggendo: 9 libri da leggere sotto l’ombrellone – I consigli di Roba da Donne

9 libri da leggere sotto l'ombrellone - I consigli di Roba da Donne

Un libro è un grande amico. Con cui viaggiare, con cui passare del tempo, con cui rilassarvi. Ecco perché ve ne consigliamo 9 da leggere assolutamente quest'estate. Sia che siate in qualche spiaggia assolata che nel vostro appartamento con il condizionatore a palla!
Fonte: web

L’estate ormai alle porte può significare molte cose diverse per ciascuno di noi; caldo infernale  o piacevoli bagni in mare, look “minimal” in costume e pareo oppure feste chic sulla spiaggia, ma per (quasi) tutti certamente rappresenta una cosa sola: vacanze.

Che non vuol dire, necessariamente, prendere un aereo e partire per lidi lontani, oppure fare interminabili code sulle autostrade per godersi poche ore in qualche località balneare, vacanza può anche voler dire, semplicemente, staccare la spina per un po’, ritagliarsi del tempo per se stessi, per le proprie esigenze, da dedicare alle nostre passioni.

E in questo concetto di vacanza, intesa come una di  quelle pause mentali che, anche se non ci troviamo su una spiaggia caraibica, possono comunque farci godere di qualche momento di assoluto relax e piacere, non può non rientrare un buon libro. La lettura distende, rilassa, conforta, è capace di farti viaggiare in mondi paralleli e di estraniarti da ciò che ti sta intorno, e non si può negare che l’accoppiata estate – libro sia assolutamente vincente.

Che sia sotto un ombrellone o al fresco di un bosco montano, su un’amaca in campagna o sul balcone di un palazzo in una metropoli, ogni luogo è adatto per allietarsi con la compagnia di un buon romanzo. La nostra redazione, fatta di accanite lettrici (e lettori), di veri e propri divoratori seriali di libri, ne sa davvero qualcosa, ecco perché anche quest’anno, in procinto dell’inizio della stagione estiva, abbiamo deciso di suggerirvi alcuni titoli da mettere in valigia con voi… o comunque da tenere sul comodino.

Dai grandi classici ai nomi più recenti della letteratura, dai best sellers alle grandi sorprese letterarie, ciascuna di noi si è impegnata per scegliere un libro (e non è stato affatto facile, dato che c’è l’imbarazzo della scelta!) da consigliarvi per queste vacanze… che siano fisiche o solo “mentali”.

Del resto, come disse il giornalista Paul Sweeney,

Capisci di aver letto un buon libro quando giri l’ultima pagina e ti senti come se avessi perso un amico.

E noi consideriamo questi libri davvero degli ottimi amici.

1. Tre volte noi di Laura Barnett

Consigliato da Milo Soardi
Disponibile qui

Il romanzo d’esordio di Laura Barnett è una storia d’amore sulle possibilità, sulle ipotesi, sulla scia di Sliding Doors o giù di lì: i protagonisti si conoscono per caso in una strada di Cambridge, e tra loro scatta immediata una scintilla destinata a durare per sempre. Ma il seguito della storia è tutto da scrivere: si innamoreranno follemente o ciascuno seguirà la propria strada?
Consigliamo Tre volte noi perché, come spiega la nostra Milo,

Sotto l’ombrellone, con gli occhiali da sole potete struggervi per una storia d’amore e piangere senza che nessuno se ne accorga

2. Da dove la vita è perfetta di Silvia Avallone

Consigliato da Antonella Mastroianni
Disponibile qui

Quello della scrittrice piemontese, trapiantata a Bologna, è un romanzo che racconta benissimo cosa può realmente significare la maternità per una donna: una condanna, un sogno irrealizzabile, un dono da custodire. In Da dove la vita è perfetta sono diverse le storie che si intrecciano a Bologna, come quella di Adele e Manuel, una che non si aspetta niente dalla vita e l’altro che invece sogna ma spesso si deve arrendere, oppure quella di Dora e Fabio, separati dal desiderio di un figlio. Silvia Avallone

Ha parole come sentieri allungati oltre un orizzonte che davamo per scontato. Fa deflagrare la potenza di fuoco dell’età in cui tutto accade, la forza del destino che insegue chi vorrebbe solo essere diverso. Apre finestre, prende i dettagli della memoria e ne fa mosaici. Sedetevi con lei su una panchina e guardate lontano, per scoprire che un posto da dove la vita è perfetta, forse, esiste.

3. La solitudine dei numeri primi di Paolo Giordano

Consigliato da Antonella Mastroianni
Disponibile qui

Paolo Giordano regala ai lettori un romanzo capace di scuotere per come tratta le implicazioni emotive della storia, alternando momenti di durezza e cinismo denso di tensione a scene piene di una tenerezza quasi sconsolata ma al contempo colma di speranza. Le vite parallele di Alice e Mattia, due episodi della loro infanzia che trascinano le loro inevitabili conseguenze a livello emotivo nella loro adolescenza, e poi nell’età adulta, si intrecceranno in La solitudine dei numeri primi, pur rimanendo incredibilmente divise, proprio come quelli che in matematica vengono chiamati primi gemelli: due numeri primi separati da un solo numero pari, vicini ma mai abbastanza per toccarsi davvero.
Da leggere e rileggere.

4. Avremo sempre Parigi di Serena Dandini

Consigliato da Milo Soardi
Disponibile qui

È colpa di Parigi se le mie passeggiate sentimentali sono in disordine alfabetico. Sono troppe le suggestioni e le presenze che si aggirano per la città per mantenere fede a un dizionario canonico. Il vento del Nord, che in certe sere d’autunno diventa forte e dispettoso, mi coglie sempre di sorpresa scompigliandomi i pensieri e soprattutto le lettere. Serge Gainsbourg è finito alla S, ma il suo posto d’onore poteva tranquillamente essere alla D di Dandy, accanto a una schiera di gentiluomini che insieme a Oscar Wilde hanno tenuto alto a Parigi il vessillo di questo club ricercato.

La conduttrice televisiva Serena Dandini ci guida in ordine “alfabetico” tra le strade della Ville Lumière, passando dalla A di Arrondissement alla Z di Zinc attraversando la G di Gare, la M di Muri e la V di Verne. Insomma, se vi serve una scusa per prenotare un altro volo per la Ville Lumière, Avremo sempre Parigi ve ne dà almeno una dozzina!

5. Il buio oltre la siepe di Harper Lee

Consigliato da Natascia Alibani
Disponibile qui

Un libro sempre attuale anche se pubblicato ormai cinquantasette anni fa: ambientata nell’Alabama degli anni ’30, nel profondo Sud degli Stati Uniti segnato ancora profondamente dalla segregazione razziale, la storia viene narrata dalla voce di una bambina, Scout, figlia di Atticus Finch, un avvocato che si trova a difendere un ragazzo di colore accusato ingiustamente di stupro. Proprio lei spinge il lettore a vedere tutto l’evolversi della trama, compresa la ferocia del razzismo e del pregiudizio che attanaglia una cittadina della periferia degli USA, con i suoi stessi occhi, che pur mantenendo una certa ingenuità dell’infanzia sono comunque in grado di osservare lucidamente, e spesso in maniera ancora più razionale rispetto agli “adulti”. Il buio oltre la siepe è il libro che l’ex presidente Obama ha consigliato come risposta contro ogni forma di razzismo, non solo verso chi è diverso, ma anche verso chi non conosciamo, verso chi sta “dall’altra parte della siepe”.

6. 10 e lode di Sveva Casati Modigliani

Consigliato da Francesca Lucisano
Disponibile qui

Lorenzo Perego, uomo di grande fascino e cultura, insegna geografia economica in una scuola professionale di Milano; l’insegnamento è la sua passione, e aiutare i ragazzi di talento in una realtà difficile e spesso desolante è una sfida che lo entusiasma e lo arricchisce, per questo non ha scelto scuole più prestigiose. Fiamma Morino ha poco più di quarant’anni, è madre di due bambine che adora, frutto di un matrimonio sbagliato, e direttore editoriale di una piccola casa editrice che lei stessa ha fondato insieme al suo più grande amico, venuto a mancare. Ora che la casa editrice sta per subire un drastico cambiamento di gestione, che Fiamma non condivide, è disposta a tutto pur di difenderla e per continuare a garantire la cura e l’amore con cui da sempre si dedica ai suoi autori. Le loro vite sono inevitabilmente destinate a incrociarsi, perché, come capita spesso, la magia della vita accade in un attimo: attraverso loro, in 10 e lode, vediamo uno spaccato dell’Italia di oggi, quella della crisi della scuola e dell’economia, ma anche quella fatta di persone intraprendenti, pronte a rimboccarsi le maniche e decise a non arrendersi.

7. ¡ Viva la Vida! di Pino Cacucci

Consigliato da Rebecca Shevchenko
Disponibile qui

A Rebecca piace vincere facile, e propone questo libretto che parla di Frida Kahlo proprio attraverso la sua stessa voce: racconta di sogni, di passione, sia di quella che nutriva per la vita che per Diego. La cosa che più colpisce è il modo in cui Frida affrontava la vita, nonostante il demone che si portava dentro. Poche pagine, in ¡ Viva la Vida!, che sono una pugnalata dietro l’altra, e che racchiudono il Messico, il risveglio dell’immaginazione, la storia di una donna, la rincorsa di una passione mai spenta per un uomo. La sintesi infuocata di un’esistenza.

8. Il problema è che ti amo di Jennifer L. Armentrout

Consigliato da Federica Cammarano
Disponibile qui

Quella costruita da Jennifer Armentrout è una storia che insegna a guardare l’anima delle persone e andare oltre alle apparenze. Ma soprattutto una storia tutta da leggere per chi crede nel destino. Circondata dall’affetto dei nuovi genitori adottivi, Mallory Dodge ha cercato di superare i traumi del passato, di convincersi di non avere più bisogno di essere invisibile, ma le cicatrici dell’anima bruciano ancora e non le permettono di dimenticare. Ecco perché dover frequentare l’ultimo anno di liceo in una scuola pubblica, dove sarà costretta a uscire dal guscio, la terrorizza. Tuttavia è proprio fra i muri della scuola che accade l’inaspettato: tra i suoi nuovi compagni c’è Rider Stark, il ragazzo che in più di un’occasione l’ha protetta dalla violenza del padre affidatario. Rider però è cambiato: ha un atteggiamento arrogante, una pessima reputazione e pare frequenti cattive compagnie. Anche se, dietro quella maschera da sbruffone, Mallory riconosce ancora il suo eroe di un tempo.
In effetti gli anni trascorsi lontano da Mallory hanno davvero segnato profondamente Rider, che presto si troverà davvero nei guai. E lei sarà la sola a poter fare la differenza. Ma riuscirà a far sentire la propria voce e a battersi per il ragazzo che ama, o la paura la farà tacere per sempre?

Non ho bisogno che tu mi difenda. Ho bisogno di…
Lasciai la frase in sospeso, perché lui si era portato la mia mano al petto e sentivo battere forte il suo cuore.
Di cosa, Mallory?
Ho bisogno di affrontare la situazione per conto mio. Non puoi proteggermi sempre.
Ma io voglio proteggerti.

Il problema è che ti amo è dedicato a tutte le inguaribili romantiche.

9. Senza volto di Andrea Engheben

Consigliato da Michele Mazzali
Disponibile qui

Il nostro Andrea Engheben ci proietta, con Senza volto, un giallo palpitante, nella Venezia del XVIII secolo, dove aleggiano le leggende su un misterioso personaggio definito il Fante di cuori, che irromperà nelle vite di due persone estremamente diverse fra loro: Niccolò Salvier, membro dei “servizi segreti” veneziani, che si trova a indagare sull’omicidio dell’ambasciatore francese, mandato da Luigi XIV a trattare con il Doge, e Angelica Baldan, una giovane nobildonna, sposata con Giovanni, un patrizio sempre in bilico sull’orlo della bancarotta, che per rimediare si dedica clandestinamente al commercio di tulipani. Quello che i due sanno è che prima che l’uomo senza volto si interessasse a loro, coinvolgendoli loro malgrado in una serie intricata di complotti, amori, omicidi, inseguimenti e rapimenti, le loro esistenze erano decisamente più tranquille, ma forse non quelle davvero volute. I due dovranno quindi imparare a indossare certe maschere e a toglierne altre, quelle sottocutanee, che non sappiamo nemmeno di portare, ma che spesso tengono nascoste verità che non andrebbero mai celate.