diredonna network
logo
Stai leggendo: 12 cartoni animati ispirati ai romanzi del passato

9 libri da leggere sotto l'ombrellone - I consigli di Roba da Donne

Giovani, Carine e Bugiarde

10 romanzi d'amore che ci hanno fregate più delle principesse Disney

Se non ti vedo non esisti

Manuale di prevenzione amorosa per donne single (e principesse)

Senza volto

L'amore che mi resta: "Quando tua figlia sceglie di suicidarsi"

Addio Principesse: Queste Sono le Nuove Eroine delle Fiabe per Bambini!

Classici da leggere: se non ne hai letti almeno 7 non sai cosa ti sei perso

I love Tokyo

12 cartoni animati ispirati ai romanzi del passato

Quest’articolo è una guida per le mamme, una selezione di cartoni animati adatti ai bambini. Ma in realtà è anche una specie di operazione-nostalgia, perché tutti questi cartoni li abbiamo guardati anche noi da piccole. Siamo sicure di una cosa: mamma o no, sicuramente apprezzerai questo tuffo nel passato.

Certo, il cinema è prolifico e ogni anno escono nuovi, bellissimi film d’animazione: vedi alla voce Disney, Pixar e Dreamworks, ma anche il nipponico Studio Ghibli. Ogni opera diventa un piccolo tassello nella nostra memoria e ormai anche film recenti (Frozen, per esempio) hanno conquistato un posto nel nostro cuore di eterne bambine, al pari di grandi classici come La Bella e la Bestia e Il Re Leone.

Ma ci sono anche opere “minori”, uscite ormai molti anni fa (fidatevi, non volete sapere quanti), che faranno sempre parte del nostro immaginario. Ecco, non è bello pensare che i vostri figli crescano con gli stessi cartoni che avete visto voi da piccole? Qui c’è una selezione di 12 titoli che, rispetto agli altri, hanno un pregio in più, poiché sono tratti da libri per l’infanzia. A rivederli forse ci strapperanno un sorriso, magari ci sembreranno un po’ datati, ma fidatevi: i vostri cuccioli li guarderanno incantati, proprio come succedeva a voi qualche anno fa.

1. Heidi

Fonte: Web

Un grande classico, tutti l’abbiamo amata. Il cartone nasce negli anni Settanta, ma la storia di Heidi è stata inventata nel 1880 dalla scrittrice Johanna Spyri. Una bambina rimasta orfana viene mandata sulle Alpi a stare dal nonno, inizialmente burbero e scontroso. Poi va a studiare a Francoforte, dove conoscerà l’aristocratica Clara e la tremenda signorina Rottermeier… il resto è leggenda.

Acquista qui il libro

2. Anna dai capelli rossi

Fonte: Web

Un’altra orfanella, mandata anche qui in una casa in cui faticherà ad ambientarsi. In questo caso, poi, la situazione è ancora più difficile: i fratelli Marilla e Matthiew  volevano un maschio che li aiutasse nel lavoro dei campi, e invece si ritrovano in casa questa bambina sognante e svagata. Ovviamente anche fra loro si instaurerà un rapporto speciale, proprio come fra Heidi e suo nonno.

Il mondo fatato di Anna dai capelli rossi è nato nel 1908 dalla penna di Lucy Maud Montgomery, scrittrice canadese di grande successo. La storia è ispirata alla sua biografia. (PS: lo sapevate che è conosciuto anche come “Anna dei tetti verdi”?)

Acquista qui il libro

3. Papà Gambalunga

Fonte: Web

La protagonista di questa storia, tratta da un romanzo di Jean Webster del 1912, è… un’orfanella (strano!). Papà Gambalunga è una figura misteriosa, che le permette di frequentare un prestigioso liceo rimanendo però a distanza: la sua identità sarà rivelata solo alla fine. Judy, la trovatella, si fingerà una ricca ragazzina di buona famiglia e si innamorerà del giovane zio di una sua amica…

Acquista qui il romanzo.

4. Cantiamo insieme

Fonte: Web

Un barone tedesco, rimasto vedovo, assumerà la giovane suora Maria per fare da istitutrice ai suoi figli. Ovviamente fra i due sboccerà qualcosa… Il romanzo da cui è tratto, “La famiglia Trapp”, è in realtà una storia autobiografica. Interessante, no?

5. Piccole donne

Fonte: Web

Il romanzo lo conosciamo tutte, anche grazie alla trasposizione cinematografica del ’94 in cui Winona Ryder interpreta la parte di Jo. La storia delle quattro sorelle March, rimaste sole con la madre mentre il padre è via per la guerra,  ha dato vita anche a questo cartone. Un autentico classico, acquistalo qui!

6. Remì

Fonte: Web

Per una volta il protagonista è un maschietto! Il piccolo Remì, nato da una nobile famiglia inglese, viene rapito ancora neonato e viene abbandonato a Parigi. Una famiglia povera ma onesta lo accoglie: Remì cresce felice, finché il padre adottivo si infortuna lavorando come muratore. La famiglia è ormai sul lastrico e un musicista di strada, che viaggia con un curioso seguito di animali (ve la ricordate la scimmietta?), si offre di prendersi cura di lui. Il cartone è tratto dal romanzo “Senza famiglia” dello scrittore Hector Malot. Acquistalo qui!

Una curiosità: sapevate che il cartone è realizzato con un’antenata della tecnica 3D e poteva essere guardato con gli appositi occhiali?

7. Pollyanna

Fonte: Web

Il cartone è tratto dai romanzi “Pollyanna” e “Pollyanna cresce” di Eleanor Porter. La bambina protagonista, rimasta orfana del padre (ok, ormai l’abbiamo capito, il tema era molto in voga), si trasferisce dalla severa zia Polly. Come da manuale anche loro, dopo un inizio difficile, costruiranno poco a poco un legame speciale.

8. Sui monti con Annette

Fonte: Web

Insieme a Heidi (e al cartone qui sotto) fa parte delle numerose trasposizioni ambientate in montagna. “Sui monti con Annette” nasce dal libro “Tesori fra la neve” e segue le avventure di Annette, la cui mamma muore di parto dando alla luce il suo fratellino.

9. Belle e Sébastien

Fonte: Web

Una storia ancora molto amata, tant’è che ne sono stati tratti ben due film negli ultimi anni. Sébastien conduce una vita spensierata con suo nonno, finché un giorno non incontra il gigantesco cane pastore Belle. I paesani, erroneamente, la considerano pericolosa: questo spingerà il ragazzino a fuggire con la sua nuova amica a quattro zampe, in cerca della mamma perduta. Il cartone è tratto da un romanzo di Cécile Aubry. Acquistalo qui.

10. Flo, la piccola Robinson

Fonte: Web

L’ispirazione di questa serie animata è famosissima: le scorribande della piccola Flo, infatti, sono volutamente simili a quelle di Robinson Crusoe. La bimba naufraga su un’isola deserta con la sua famiglia (i Robinson, appunto), dove vivrà mille avventure alla scoperta del posto. Il romanzo da cui è tratto non è però il classico di Defoe, ma il meno famoso “Il Robinson svizzero” di Johann David Wyss.

11. Lovely Sara

Fonte: Web

Il romanzo da cui nasce questo cartone è “La piccola principessa”, scritto da Frances Hodgson Burnett. Sara, una bambina ricca e di buona famiglia, va a studiare in un tetro collegio, dove la sua bravura nell’inventare storie la rende subito benvoluta fra le amiche. Rimasta orfana e caduta in disgrazia, sarà costretta dalla direttrice a lavorare come sguattera proprio nello stesso collegio in cui prima era accudita e vezzeggiata. Per superare l’umiliazione farà finta di essere una principessa e di doversi comportare con dignità e coraggio.

Acquista qui.

12. Cuore

Fonte: Web

Infine un grande classico della letteratura italiana, il libro “Cuore”. I nostri genitori lo conoscono a menadito, poiché una volta era una lettura praticamente obbligatoria nelle nostre scuole. Nel cartone, uscito per la prima volta nell’81, sono presentate le vicende dello scolaro Enrico e dei suoi compagni di classe. Vedere l’interpretazione nipponica di un romanzo ambientato a Torino, va detto, è un’esperienza piuttosto interessante!

Acquista il libro.